12/10/14

Sos pabassinos per quanti modo di fare e rifare

 
Benvenute a tutte nella mia cucina. Spero vi siate divertite a preparare con me questi dolci. Della tradizione da cui nascono ho già detto abbastanza nel post originale che si trova qui. Non mi dilungo nemmeno più di tanto anche perché ho un problema di collegamento dovuto ad un non meglio specificato guasto della rete elettrica. Così arrivo al dunque. Ho fatto i dolcetti dividendo l'impasto in due. Una parte l'ho preparata così com'era, l'altra con qualche variazione. La variazione è consistita nell'inserire nell'impasto le nocciole macinate al posto dell'anice e i mirtilli al posto dell'uvetta. Non sono risultati poi così strani. Sono quelli un pò più scuri con i confettini dorati qui sotto.
 
 
500 gr farina
125 gr di zucchero
la scorza grattugiata di 1 limone grande (oppure due piccoli)
130 gr strutto
3 uova
35 gr di semi anice
500 gr di nocciole tostate
150 gr di uva passa
 
150 gr di mirtilli rossi disidratati
1 bustina di lievito
200 gr di zucchero a velo
confettini colorati
Metto l'uvetta ed i mirtilli in ammollo in acqua fredda per il tempo di iniziare l'impasto. Nella planetaria metto la farina, il lievito, lo zucchero, la scorza di limone, lo strutto, le uova ed ho iniziato la lavorazione a bassa velocità, per poi arrivare a quella media. Quando tutto inizia ad amalgamarsi aggiungo metà delle nocciole. A questo punto divido l'imasto in due parti. In una aggiungo i semi di anice e l'uva passa strizzata come da tradizione. Nell'altro i mirtilli strizzati e le nocciole restanti macinate.
A questo punto gli impasti sono pronti e li lascio una mezz'oretta in frigorifero. Anche quest'anno c'è molto caldo e l'impasto risulta troppo morbido. Riprendo gli impasti e ne prendo piccole quantità che modello in salsicciotti che poi taglio di sbieco, a creare dei rombi. Li metto in forno a 180° per circa 15 min, quando sono colorati sotto, sono pronti. Una volta freddi si decorano con la glassa ottenuta con lo zucchero a velo lavorato solo con acqua e coperti con i confettini colorati.

Con questa ricetta partecipo all'appuntamento di Ottobre di Quanti modi di fare e rifare






Il prossimo mese saremo nella cucina di Nadia del blog: Lievitati e altro di Nadia. a preparare i Caronsei o casoncelli.

16 commenti:

  1. Buongiorno carissima Paola e ben ritrovata!
    Eccoci qui di nuovo tutti insieme, tra caldi, confortanti colori autunnali e deliziosi profumini che si diffondono mensilmente nella nostra gioiosa cucina aperta!
    Anna e Ornella ti ringraziano calorosamente per averci ospitati nella tua accogliente cucina e per la bellissima e buonissima ricetta dei Sos Pabassinos! Ti aspettiamo, domenica 9 novembre, nella cucina della brava e cara Nadia per preparare i Caronsei!
    Ti aspettiamo!
    Baci
    Cuochin

    RispondiElimina
  2. belli i confettini,buona domenica

    RispondiElimina
  3. Sembrano proprio deliziosi...entrambe le varianti...

    RispondiElimina
  4. Ciao Paola, sei stata una padrona di casa perfetta, ci hai insegnato dei dolci golosissimi, chissà che bontà anche la versione coi mirtilli, grazie e alla prossima!

    RispondiElimina
  5. Stupenda la tua versione luccicosa, mi piace molto la presentazione e l'accostamento dei colori.
    I tuoi pabassinos sono buonissimi, ci sono piaciuti tanto, proveremo anche la versione ai mirtilli :-)
    Grazie per la ricetta, a presto ....

    RispondiElimina
  6. Ciao Paola, grazie per averci insegnato questa golosa ricetta!!! Bella la tua versione con i mirtilli, era un ingrediente al quale avevo pensato pure io ma ho preferito restare più vicina alla tradizione.
    Un abbraccio e a presto

    RispondiElimina
  7. ciao Paola,
    ci siamo troppo divertite.....questa ricetta è una vera delizia.
    Grazie per tutto.....anche per la finestra aperta!
    Un bacio dalle 4 apine e complimentissimi

    RispondiElimina
  8. Anche io ho esagerato con il salsicciotto, però sono troppo buoni lo stesso!!!! Bacioni e grazie :)

    RispondiElimina
  9. Ciao Paola, mi sono piaciuti e mi sono divertita anche a farli.
    La tua variante con i mirtilli mi stuzzica.

    RispondiElimina
  10. hanno un aspetto davvero goloso ed invitante! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  11. Paola grazie grazie grazie non li conoscevo e ci sono piaciuti davvero tanto!!!!
    Mi sono permessa di fare la versione nordica ( al cioccolato) e devo dire che buoni anche quelli !!!!
    Anche lo strutto è stata una scoperta ,nei dolci lo usavo solo per friggere !!!!
    Bella la versione con i mirtilli provero !!!
    Ti aspetto da me il mese prossimo da me ......
    Un bacione :-)))

    RispondiElimina
  12. Cara Paola, grazie della ricetta! Che bello consocere nuovi sapori e poi adottarli... Buonissimi i tuoi pabassinos, che ho preparato senza grande innovazioni. Hanno piaciuto a tutti, prima di tutto gli ha colpito l' aspetto giocondo, ma assagiandoli ne innamoravano proprio! Prendo appunti della tua versione con i mirtilli che sono frutti che adoro!
    Alla prossima!

    RispondiElimina
  13. Grazie, grazie, grazie, è stato bellissimo cucinare insieme a te, la ricetta era perfetta e i tuoi dolcetti buonissimi. Mi piace la tradizione di prepararli per le anime dei cari defunti e anch'io inizierò questa tradizione, è stato un vero piacere !! un bacione grande grande!

    RispondiElimina
  14. wow! Mirtilli! :D
    Grazie di averci ospitato! E' stato un piacere provare a fare questi biscotti! Anche la mia famiglia ringrazia che se so spazzolati via tutto in un lampo! BONI! :D

    RispondiElimina
  15. Sono rimasta colpita tantissimo da questi golosi dolcetti!!! Che meraviglia! Non li conoscevo mi hanno catturata!! Ciao, silvia

    RispondiElimina