13/01/19

Ciambelle di zucca, noci e tofu per quanti modi di fare e rifare



Parto augurando un buon inizio d'anno a tutte le Cuochine. Spero che tutto quello che volete si possa realizzare.
Iniziamo l'anno, che dopo quello precedente passato a girare per le tradizioni d'Italia, ci porta all'estero, in particolare,questo mese, in Giappone.
La Cuochina ci propone le (Doughnut) Ciambelle di zucca, noci e tofu, che come Lei stessa ci spiega:


"Sono delle ciambelle con zucca più tofu, soffici e a struttura umida. Dato che viene usata la farina per dolci autolievitante tutti sono in grado di farle facilmente. 
E’ una merenda che piacerà anche ai bambini che non vogliono mangiare la zucca. Per questo non sarebbe male provare a farle"


Io le volevo fare identiche, ma non sono riuscita a trovare il tofu seta, così ho utilizzato il tofu normale. A furia di mixer l'impasto è diventato comunque morbido ma temo che il sapore potrebbe non essere identico all'originale. Per il resto ho rispettato la ricetta originale. posso dire che non credo che le farò di nuovo...non le ho trovate cattive ma un po troppo neutre si...

Per 12~15 pezzi da 40 g 
300 g di zucca 
200 g di farina per dolci autolievitante 
200 g di kinugoshi tōfu (tōfu seta) 
50 g di noci 
olio per friggere qb 
olio di semi (per rendere le ciambelle lisce) qb 
① 3 cucchiai di zucchero semolato 
① ½ cucchiaino di cannella in polvere 

Preparazione 
Tostare le noci in forno a 180°C per 4 minuti circa e mettere da parte. 
1. Spezzettare grossolanamente le noci.
2. Sbucciare la zucca e tagliarla in pezzi da 1 cm circa di spessore, mettere in un contenitore adatto al microonde e coprire con pellicola per alimenti, far cuocere nel microonde a 600W per 8 minuti. Ancora calda, schiacciare la zucca a purè.   3. Aggiungere a (2.) il "tōfu seta" sbriciolato, schiacciarlo e mescolare bene con la zucca, unire la farina per dolci autolievitante e le noci spezzettate e amalgamare. 4. Dividere il contenuto di (3.) in tanti pezzi da 40 g circa e, inumidendosi le mani con dell’olio di semi, formare delle palline molto levigate, friggerle in olio di semi a 160 °C fino a quando diventano dorate, quindi estrarle dall’olio e farle sgocciolare su carta assorbente. 

5. Mescolare gli ingredienti contrassegnati con ① e farli aderire alle ciambelle (4.) 
6. Sono pronte da gustare. 


Considerazioni originali dal sito: 
Quando si estrae il contenitore con la zucca dal microonde, fare molta attenzione, c’è il rischio di scottarsi
La cannella non piace a tutti, per questo, anche omettendola, le ciambelle saranno lo stesso deliziose. 
È una ricetta con poco zucchero, per questo la quantità degli ingredienti ① può essere modificata a proprio piacimento, aumentandoli o diminuendoli.

Suggerimenti e spiegazioni
- Kinugoshi tōfu, conosciuto all'estero come "tōfu seta", è una varietà del tofu fresco che si estrae dalla cagliata (per altre notizie, vedere Wikipedia). In mancanza di questo, si può usare il normale tofu vellutato facendolo sgocciolare con sopra un peso per un paio d'ore, ed infine asciugandolo con una salvietta.
- La dolcezza delle ciambelle è dovuta alla zucca, per questo deve essere matura al punto giusto.
- La grandezza delle ciambelle può essere variata a piacimento.


Con questa ricetta partecipo all'appuntamento di gennaio con Quanti modi di fare e rifare.


09/12/18

Ravioli della Val Pusteria per Quanti modi di fare e rifare


L'ultimo appuntamento dell'anno per Quanti modi di fare e rifare è in Alto Adige dove prepariamo i ravioli della Val Pusteria (Turteln). Mi sembra molto appropriato per il natale. Questa è una ricetta di cui non avevo mai sentito parlare, così ho cercato di rifarla tale e quale. Purtroppo però non ho tovato la farina di segale, così ho ripiegato su una farina per pane nero che fra i componenti ha anche farina di segale.

11/11/18

Riso e porri degli ortolani d'Asti per quanti modi di fare e rifare


Rieccoci qui per l'appuntamento mensile con Quanti modi di fare e rifare a preparare il riso e porri degli ortolani d'Asti. 
Spero di riuscire a far si che questa ricetta sia il segno del mio prendere nuovamente in mano il blog.

03/11/18

Tarte tatin di pesche


Perché una torta di pesche a Novembre? Perché è un ricordo.
Questa torta la preparava spesso, ovviamente in estate e con le pesche fresche, la mia mamma.
L'ho voluta fare per ricordarla, anche se ho dovuto usare le pesche sciroppate, vista la stagione.
Se ne è andata il 31 di agosto dopo un veloce peggioramento della sua salute.

08/08/18

Buon compleanno 2018!!!


E' arrivato il compleanno dell'omino di casa. Sembra che non riusciamo a festeggiare una ricorrenza senza qualche intoppo. Quest'anno non siamo allineati con le ferie. Io sono al lavoro e lui è in vacanza per tutta la settimana. In più si è preso l'influenza. In ferie, da solo e malato...Insomma fra lavoro e salute non si respira proprio un'aria di festa. 

30/07/18

Gelato al mascarpone senza gelatiera per Re-Cake 2.0



Prima che RE-Cake vada in ferie mi unisco anch'io con la mia versione. Devo dire che è una preparazione piuttosto veloce, se si ha il latte condensato pronto. Io lo faccio da me perchè quello che trovo in commercio, sempre lo stesso, non lo compro, per cui ho allungato un pò i tempi, non ne avevo di pronto.