08/08/18

Buon compleanno 2018!!!


E' arrivato il compleanno dell'omino di casa. Sembra che non riusciamo a festeggiare una ricorrenza senza qualche intoppo. Quest'anno non siamo allineati con le ferie. Io sono al lavoro e lui è in vacanza per tutta la settimana. In più si è preso l'influenza. In ferie, da solo e malato...Insomma fra lavoro e salute non si respira proprio un'aria di festa. 

30/07/18

Gelato al mascarpone senza gelatiera per Re-Cake 2.0



Prima che RE-Cake vada in ferie mi unisco anch'io con la mia versione. Devo dire che è una preparazione piuttosto veloce, se si ha il latte condensato pronto. Io lo faccio da me perchè quello che trovo in commercio, sempre lo stesso, non lo compro, per cui ho allungato un pò i tempi, non ne avevo di pronto.

08/07/18

Fregola con le arselle per quanti modi di fare e rifare


Ogni tanto ci sono anch'io. Non potevo non esserci visto che la ricetta di questo mese per  Quanti modi di fare e rifare è di casa. Sapevo che non sarei riuscita a preparare tutta la ricetta in un solo giorno cosi ho iniziato ad organizzarmi dalla domenica precedente. Ho comprato le arselle al "mercatino" ed ho preparato il sugo. Per paura di fare tardi l'ho congelato.

13/05/18

Tiella di riso, patate e cozze per quanti modi di fare e rifare


Nuovo appuntamento con Quanti modi di fare e rifare e nuova ricetta da provare. In realtà avevo già fatto una tiella, ma in una versione un po' particolare. Quindi è la prima volata che la faccio come dovrebbe essere e, una volta di più, mi stupisco di quanto siano buone le nostre ricette tipiche.

09/05/18

Volevo fare un pic nic per il primo maggio...



E invece piove. Lo so, sono settimane che il meteo dice che sarebbe stata una brutta giornata. Ma io non mi volevo arrendere. Così ho preparato qualcosina, lunedì pomeriggio, di rientro da lavoro. Ho pensato, tante volte si sbagliano e magari fa bel tempo e io mi faccio trovare pronta.

08/04/18

Spaghetti alla puttanesca per quanti modi di fare e rifare


Una cosa che mi stupisce positivamente di questo ciclo di Quanti modi di fare e rifare, quando riesco a partecipare, è scoprire quanto siano semplici e veloci, ma sopratutto saporite, le ricette classiche della tradizione. A volte non avendo tempo a disposizioni si cerca di inventarsi una trovata veloce per i pasti, quando poi la soluzione è già a portata di mano. Come in questo caso. A memoria mi sa che è la prima volta che la faccio. Ma non sarà l'ultima perché l'ho fatta davvero in pochissimo tempo e con quello che c'era a casa. Quindi al posto dei pomodori da sugo ho usato i Camone, le olive le avevo, ma non snocciolate e credo non fossero nemmeno di Gaeta, le acciughe erano quelle sottolio. Non ho messo il peperoncino perché in casa non è gradito.


250 g di pomodori da sugo Camone
200 g di spaghetti
50 g di olio evo
50 g di olive di Gaeta
20 g di acciughe sotto sale
20 g di capperi sotto sale
concentrato di pomodoro
uno spicchio d'aglio
un peperoncino rosso, sale, prezzemolo

Mettere sul fuoco una pentola con abbondante acqua non troppo salata; quando alzerà il bollore cuocervi gli spaghetti. Lavare e diliscare le acciughe.
Versare in una casseruola l'olio, l'aglio e il peperoncino a pezzetti: far soffriggere e, quando l'aglio sarà dorato, unire le acciughe e con una forchetta spappolarle bene. Aggiungere, quindi, i pomodori, pelati e spezzettati, le olive snocciolate, i capperi ben lavati e due cucchiaini di concentrato di pomodoro.
Mescolare bene la salsa (deve risultare abbastanza densa) e lasciarla sul fuoco fino a quando gli spaghetti saranno cotti; scolarli leggermente al dente e condirli, aggiungendo alcune foglie di prezzemolo.  Ho fatto terminare la cottura degli spaghetti risottandoli nella pentola con il sugo.


Con questa ricetta partecipo all'appuntamento di aprile di  Quanti modi di fare e rifare