11/06/15

Plain in pigna



Eccomi qui che a rotta di collo mi precipito in Svizzera per l'appuntamento dell'Abbecedario Culinario mondiale in cui ci fa da ambasciatrice Ivy del blog Kopiaste! . Certo che la svizzera è tanto vicina da genrare confusione con la cucina italiana, sopratutto se si va a vedere cosa cucinano nel versante italiano.

Così mi sono spostata nei Grigioni dove ho trovato questa ricetta, molto nutriente quindi poco estiva.  Il cantone dei grigioni è posto a oriente, verso il confine con l'Austria. La città principale è Coira, ma noi conosciamo di più Davos, per i vari summit che vi si tengono. Insomma siamo sulle alpi per cui non è strano trovare una cucina corposa. Ho un  pò adattato la ricetta sostituendo la pancetta con il salame, il mais biano a quello giallo ed il latte di soia a quello di mucca.
 



salame 100 gr
un pezzo di salsiccia da circa 100 g
2 patate crude
200 g di farina
300 g di semola di mais bianco
1 cucchiaino di sale
100 g di burro
100 ml di latte di soia
una manciata di uvetta

Tagliare a dadini la pancetta, il salame o la salsiz e le patate e mescolarli alla farina, alla semola e al sale. A piacere, unire anche le uvette.

Sciogliere il burro e imburrare uno stampo per gratin piatto. Mescolare il resto del burro al composto e aggiungere latte (ca. ½ l) finché non si ottiene un impasto denso. Versarlo nello stampo – lo spessore non deve superare i 4 cm – e cuocere in forno a fuoco medio (ca. 180°) per ca. 50 minuti. Se la superficie si scurisce troppo, coprirla con della pellicola di alluminio per gli ultimi 10-20 minuti.
 
 
Con questa ricetta partecipo alla tappa svizzera de L'abbecedario culinario mondiale, a casa di Ivy del blog Kopiaste! .
 

9 commenti:

  1. Grazie molto per la tua participazion con questa buonissima ricetta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ivy...allora hai trovato il mio commento...meno male,non sapevo come fare!!!

      Elimina
    2. Si, è un puo difficile lasciare un commento per chi visita il mio blog per la prima volta, ma ho trovato tutti i vostri commenti.

      Elimina
  2. Davvero particolare questa ricetta, sarei proprio curiosa di assaggiare :-)
    Grazie x avermela fatta conoscere e felice we <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne faresti certamente un'ottima versione!!!

      Elimina
  3. Una ricetta davvero particolare e di sicuro molto saporita. Del resto qui da te non c'è mai nulla di banale e scontato !!!!! Appena rinfresca un po' la provo.
    Un abbraccio grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti non è molto estiva ma comoda, anche da riciclo a quanto pare!!!

      Elimina
  4. Non conoscevo questa ricetta: e' un interessante connubio di ingredienti. Decisamente da provare.

    RispondiElimina