25/10/15

Pollo ripieno con verdure saltate, crocchette di patate e funghi, gravy al porto





 
Questa sfida dell'MTChallenge proposta da Patrizia del blog Andante con Gusto, vincitrice della precedente sfida, è stata un pochino caotica.
Alle prese con una ricetta mai fatta e una connessione non proprio stabile, ma in via di riparazione. Un po' di difficoltà che si sommano. La seconda sono perfino riuscita a gestirla, temporaneamente, in maniera autonoma. La prima ho necessariamente dovuto gestirla da sola ma non posso dire che sia stato agevole. Tanto per iniziare, come mi capita spesso di dire, soprattutto nell'MTC, mi ritrovo a fare i conti con un classico.




Una ricetta che é un classico in termini generali e nello specifico della cucina della mamma. Lei in particolare faceva la faraona ripiena. Nel ripieno ricordo che ci metteva anche i fegatini tritati. Questo riferimento ovviamente è il primo che mi è venuto in mente. Ma non potendo comprare il pollo se non al super, per problemi organizzativi e di tempo, ovviamente non ho trovato fegatini. Data questa discrepanza con la ricetta della mamma, l'idea di replicare il suo pollo arrosto non è perseguibile. Così ho virato verso le verdure, da aggiungere alla carne e agli insaccati, perché solo verdure mi sembrava troppo leggera. Ho cercato di seguire al meglio le istruzioni dell'MTC, anche perché seppure la mamma preparava questa ricetta non posso dire di aver mai partecipato alla sua realizzazione, insomma mi è un po' estranea. Mi sono detta un'in bocca al lupo ed ora via con la ricetta.

Pollo ripieno
1 pollo, eviscerato
200 gr di macinato misto di bovino e suino
1 melanzana
1 zucchina
100 gr di pisellini surgelati
50 gr di pancetta a dadini
100 gr di mortadella
30 gr di parmigiano grattugiato
1 uovo
olio
prezzemolo
sedano
carota
cipolla
aglio
wiskey
2 fette di pane integrale in cassetta
sale

Sono partita dal ripieno che andava preparato con alcune cotture. In particolare ho fatto saltare in padella, con poco olio e separatamente, la zucchina e la melanzana, che ho poi salato a fine cottura. Ho lessato i pisellini in acqua salata. Ho bagnato le fette di pane con poca acqua per ammorbidirle. Nel robot ho tritato la pancetta e la mortadella. Quando i salumi si sono triturati a sufficienza ho aggiunto la carne, quindi il pane. Ho tolto l'impasto dal robot ed ho aggiunto il pane ammollato e strizzato, l'uovo, il parmigiano ed il prezzemolo tritato. A questo punto ho aggiunto le verdure cotte ed ho salato.
Si passa quindi al pollo, già eviscerato ma da disossare. Procedo come dalle indicazioni dell'infografica della Dany e il supporto del video de Il cuoco coi baffi.

 
Ecco le prove:
 



 

 



 
 
A questo punto si procede a farcire il pollo con una parte del ripieno ed a cucire la parte che va da metà dello sterno in giù. Come da indicazioni del cuoco coi baffi metto poi il pollo a sedere e aggiungo il ripieno che si è sistemato verso il basso. finisco di cucire il pollo. Fisso, legandole, le ali e le cosce. Trito, dopo averle pulite, le carote, il sedano, la cipolla e schiaccio lo spicchio d'aglio. Metto le verdure tritate in una teglia con dell'olio e ci posiziono sopra il pollo a sua volta unto d'olio.
Metto a cuocere in forno preriscaldato a 180° , dopo un quarto d'ora bagno il pollo con del wiskey, (non avevo cognac). Lascio cuocere per circa un'ora bagnando di tanto in tanto il pollo con il fondo di cottura che si va creando.
 
Crocchette
 
patate
funghi
parmigiano
1 uovo
pangrattato
prezzemolo
aglio
olio
sale
 
Ho pelato le patate e le ho tagliate a pezzi regolari. Le ho messe a cuocere in acqua salata e le ho ritirate dal fuoco appena tenere. Le ho passate allo schiaccia patate. Ho pulito, affettato e ripassato i funghi in padella con uno spicchio d'aglio schiacciato ed un filo d'olio, ed alla fine ho aggiuntoun pò di prezzemolo tritato. Ho triturato i funghi con la mezzaluna ed ho aggiunto il trito alla purea di patate. Ho aggiunto il parmigiano ed ho amalgamato. Ho creato delle crocchette cilindriche che ho passato nell'uovo sbattuto e nel pangrattato. Ho fritto le crocchette in olio ben caldo.

Gravy
 
Per il gravy mi sono affidata alle indicazioni di Maria Pia nel post sull'argomento che si trova qui.
 
fondo di cottura
porto
burro
farina
 
"Si inizia eliminando dal tegame di cottura tutti i grassi fuoriusciti dal pezzo di carne, che darebbero al sugo un gusto debole e una consistenza troppo pesante. Poi si versa del vino o del brodo - spesso un fondo bruno o un jus lié - e si porta a bollore su fiamma alta, raschiando il fondo del tegame con una piccola frusta o col cucchiaio di legno per staccare i pezzetti rosolati che vi sono rimasti attaccati: lungi dall'essere degli scarti infatti, questi sono dei veri e propri concentrati di sapore, che danno alla salsa di accompagnamento un sapore eccezionale. Si fa bollire finché il liquido non si è ridotto della metà, poi lo si filtra attraverso un colino a maglie fitte, per dare una consistenza setosa alla salsa. A questo punto non resta che rifinire la salsa.
Si può procedere in due modi: se il sugo è molto abbondante e di consistenza liquida, si può preparare un roux con poco burro e farina e unirvi il sugo per addensarlo, facendolo cuocere per qualche minuto in modo da far perdere alla farina il sapore di crudo."

Con questa ricetta partecipo alla sfida di Ottobre, n° 51 per l'MTChallenge, proposta da Patrizia del blog Andante con Gusto 
 

21 commenti:

  1. Non ho mai provato a fare il pollo ripieno ma grazie alle tue esaustive spiegazioni potrei anche cimentarmi! L'aspetto è davvero golosissimo :-P
    Buona domenica <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nemmeno il l'avevo mai fatto, ma, citando Frankenstein Junior "Si....può....fareeeeeeee!!!!"
      Un abbraccio!!

      Elimina
  2. in questi giorni ho visto i vostri polli ripieni, uno più godurioso dell'altro :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una gran bella e consistente carrellata!!!

      Elimina
  3. Diciamo che intanto hai diosssato un pollo...e che ora con calma sai che la faraona e il pollo con la ricetta della tua mamma potrai rifarli quando vuoi...

    RispondiElimina
  4. Il primo passo è fatto... e benissimo, direi!

    RispondiElimina
  5. Mi piace il ripieno misto carne e verdura. Gustoso e delicato insieme. Anche quelle crocchette fanno davvero gola. Brava. Buona settimana, Manuela.

    RispondiElimina
  6. Una sfida elegantemente eseguita con un ottimo disosso ed una bella presentazione. Il ripieno segue la tradizione mentre l'accompagnamento, con quelle crocchette di verdure miste, mi ingolosisce assai.
    Tocco veramente chic il gravy al porto.
    Brava!
    Un abbraccio, Pat

    RispondiElimina
  7. Buono ma io non vado per il pollo 😯Buona domenica
    Ps
    Io devo spesso disinstallare e reinstallare la chiavetta internet sul portatile ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie comunque...
      Una buona domenica anche a te!!!

      Elimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  9. e' stata una gara di grandi soddisfazioni, ma le maggiori ce le avete date voi "ggiovani", che non siete arretrate di fronte ad una preparazione un po' d'antan, che prevedeva un bel bagaglio tecnico e -forse- anche una concezione della cucina che oggi non si usa più. Hai fatto un lavoro impeccabile, con una manualità che stupisce-e pazienza se non c'erano i fegatini, per replicare il ripieno della mamma: la tua versione è assolutamente alla pari, godibile e gustosa tanto quanto. E un bel "bravissima!" non te lo leva nessuno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie carissima!!!! Forse sono gggiovane perl'MTC ma non in assoluto...però devo dire che per essere una di quelle ricette che non farei mai mi sono stupita...grazie a voi!!!

      Elimina
  10. UN signor pollo ripieno, che gusto, complimenti!!!!!

    RispondiElimina
  11. Una magnifica ricetta adatta anche alle prossime Festività!!! bravissima!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Decisamente una ricetta da fare in "poche" occasioni speciali!!
      Un abbraccio!!!

      Elimina