25/11/15

Ravioli di patate

 
I piatti delle feste per me sono quelli di casa. Quelli che io non cucino mai. Sarà che per le feste sono quasi sempre ospite. Se capita invece di ospitare per tanti motivi devo optare per qualcosa di semplice. Così i piatti della tradizione, anche familiare, sono sempre relegati fra le ricette che un giorno farò e che poi non faccio mai. Le ricette della mamma.
Non sono riuscita a trovare il tempo per un'alternativa personale alla quale avevo pensato, ma ho pensato che avrei dovuto comunque partire dalla mia ricetta classica. Non credo che si possano, o che sia giusto, saltare subito alla propria rielaborazione di una ricetta se non si sa fare quella originale. Così, anche sempre di fretta come al solito, arrivo a postare la mia ricetta dei ravioli col sugo, come li faceva la mamma. I ravioli con la pasta fatta con la semola rimacinata e ripieni di patate. Il sugo è un semplicissimo sugo base che a casa mia si definisce "a sa burda", un sugo "bastardo", senza un nome che lo caratterizzi, fatto solo col soffritto, il pomodoro, basilico e prezzemolo, un sugo che si può fare alla svelta, ma che, se cotto a fuoco basso, a lungo, diventa cremoso e intenso.
Questa è la mia risposta ai raieu co-o tocco   di Monica e Luca del blog Fotocibiamo,vincitori della precedene sfida dell'MTChallenge.
 
 
La pasta dei ravioli 
 
500 gr di semola rimacinata di grano duro
acqua
sale
 
In un pentolino ho messo a scaldare affinché si sciolga il sale nell'acqua. Ho versato la farina nella ciotola dalle planetaria ed ho aggiunto un poco d'acqua. Ho iniziato ad impastare aggiungendo acqua all'occorrenza, finché l'impasto è risultato compatto e sodo.
 
Il ripieno dei ravioli
 
1 kg di patate
1uovo
2 spicchi d'aglio
prezzemolo
zafferano
pecorino grattugiato
sale
 
Ho messo le patate a cuocere partendo da acqua fredda. Una volta cotte le ho passate nello schiaccia patate. Le ho fatte freddare ed ho aggiunto il prezzemolo tritato, l'uovo, lo zafferano, il sale, il pecorino e l'aglio tritato. Con le mani ho amalgamato il tutto.
 
A questo punto ho montato la macchina per fare la sfoglia ed ho iniziato a far passare, un pezzo alla volta, l'impasto nei rulli, partendo dallo spessore più largo, ripiegando più volte la sfoglia che ne vien fuori, e riducendo lo spessore man mano fino ad avere una sfoglia sottile che ho steso sulla spianatoia. Ho poggiato sul lungo rettangolo di sfoglia così ottenuto mucchietti di ripieno cercando di mantenere delle distanze costanti. Ho ripiegato il lato lungo libero della sfoglia sul ripieno, a coprirlo. Ho schiacciato la sfoglia per farla aderire e far uscire l'aria. A questo punto, con la rotella taglia pasta ho eliminato la pasta in eccesso ed ho separato i ravioli che ho appoggiato su teli infarinati.
 
Una parte di questi ravioli sono finiti nel freezer!!
 
Il sugo
 
750 gr di passata di pomodoro
1/2 cipolla
1 spicchio d'aglio
1 carota
1 costa di sedano
concentrato di pomodoro
olio
sale
 
Ho tritato con la mezzaluna la carota ed il sedano, l'aglio l'ho schiacciato e la mezza cipolla l'ho usata cosi, in modo da poterla facilmente eliminare per chi non l'apprezza. Ho messo le verdure a stufare a fuoco basso in 3 cucchiai d'olio. Quando le verdure si sono ammorbidite ho aggiunto un cucchiaino di concentrato di pomodoro diluito in poca acqua ed ho fatto stufare ancora un poco. A questo punto ho aggiunto la passata di pomodoro ed ho alzato il fuoco affinché arrivasse a bollore. A questo punto ho aggiunto un mazzetto di prezzemolo e diverse foglie di basilico, anche questi ingredienti li metto interi per poterli togliere. Ho abbassato la fiamma girando al manopola in direzione dello spegnimento ma fermandomi poco prima, ed ho lasciato cuocere per circa tre ore, da metà pomeriggio fino all'ora di cena.
 
Una volta che tutto era pronto ho messo a bollire dell'acqua salata in cui ho tuffato i ravioli che sono immediatamente saliti a galla. Li ho lasciati cuocere qualche minuto, li ho scolati e li ho versati nel piatto sporcato con un po' di sugo, li ho coperti con altro sugo e formaggio.
 
 
Con questa ricetta partecipo alla sfida di Novembre, n° 52 per l'MTChallenge, proposta da Monica e Luca del blog Fotocibiamo.

10 commenti:

  1. Buoni questi ravioli, devono avere un profumo incredibile! Alla fine anch'io ho optato per quelli classici della mamma, quelli delle feste. Quelli che si può star tranquilli che son sempre graditi da tutti. Mi piacciono i tuoi con una pasta leggera e ruvida che racchiude un ripieno profumato e morbidoso senza prevaricarlo. Anche il sugo cremoso e bello concentrato. Brava. A presto. Manuela.

    RispondiElimina
  2. meravigliosi!!! un grande promo piatto di tradizione e gustoso!! bravissima!!!

    RispondiElimina
  3. Questi piatto sanno proprio di casa, famiglia e feste al tepore del camino..meravigliosa interpretazione, complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti è proprio un piatto di casa...Grazie!!!

      Elimina
  4. che bontà delicati e decisi allo stesso modo complimenti

    RispondiElimina
  5. Abbiamo in comune in questa ricetta il ripieno di patate che per me è uno dei più buoni!
    E quel tuo sughetto di pomodori invita a fare scarpetta ;-)
    Bravaaa

    RispondiElimina