10/04/16

Panzarotti per quanti modi di fare e rifare


Eccoci di nuovo in giro per cucine e questo mese ci ospita Anna del blog Ai fornelli con la celiachia con una ricetta tradizionale, semplice e saporita, accompagnata per altro da un post davvero carino.
Anche questa è una ricetta mai fatta. Il primo tentativo non é andato a buon fine. L'idea era di eliminare l'uovo e cuocerli in forno....in realtà poi in forno si sono spiaccicati, però il sapore era davvero buono.
Il secondo tentativo invece è riuscito nella forma, ma forse perché avevo valutato che la volta prima avevo forse esagerato con parmigiano e sale sono venuti più delicati...prometto la prossima volta di trovare il giusto mezzo. Perché con una ricettina così carina e semplice ci saranno sicuramente tante altre prossime volte.
Ho tenuto fede alla ricetta originale ma ho ridotto le dosi ad un quarto.
                         

Ingredienti per 6 25 panzarotti: 1 kg 250gr di patate, 2 1 uova, 100 25 gr di parmigiano o altro formaggio a scelta, sale, pepe, prezzemolo, 200 50 gr circa di mozzarella ben asciutta (io uso quella da pizza) o di scamorza affumicata, pomodorini, pasta di acciughe, pangrattato (io uso il Nutrefree) normale. 
Procedimento: lessare le patate con la buccia in acqua salata, farle intiepidire, sbucciarle e passarle con lo schiacciapatate. Aggiungervi le due uova sbattute, il prezzemolo, il parmigiano, il sale ed il pepe, ed amalgamare bene tutto. Ne deve risultare un impasto bello sodo, se non lo fosse si possono aggiungere un cucchiaio o due di fecola di patate (da prontuario per i celiaci), ma se le patate sono a pasta gialla o comunque non novelle, non succederà.
Con le mani inumidite, prendere una cucchiaiata di impasto, inserirvi un pezzetto di mozzarella o scamorza affumicata, un pò della pasta d'acciughe ed un pò di pomodoro tagliato a cubetti, formare dei cilindri di impasto e depositarli su un vassoio. Attenzione, la mozzarella dev’essere ben inglobata nell’impasto, altrimenti durante la frittura il panzarotto si aprirà.
A questo punto se si ha fretta, rotolare ogni cilindretto nel pangrattato e friggere. Per un risultato ancora migliore, infarinarli con farina di riso o altra farina che non venga assorbita molto (io ho usato la DS) , passarli in un po’ di albume d’uovo e poi nel pangrattato. Verranno più asciutti e croccanti.
Friggere in abbondante olio di arachidi, posare su carta assorbente, servire caldi.

Con questa ricetta partecipo all'appuntamento di Aprile di Quanti modi di fare e rifare nella cucina di Anna del blog Ai fornelli con la celiachia.


12 commenti:

  1. Buona domenica cara Paola!
    E' sempre bellissimo ritrovarsi insieme nella nostra grande e meravigliosa cucina aperta! Quante cose importanti s'imparano mese dopo mese, ne convieni?
    Cuochina, Anna e Ornella ti ringraziano per aver preparato e condiviso con tutti noi la tua meravigliosa versione dei Panzarotti!
    Ti aspettiamo in maggio nella bellissima cucina di Afrodita (Susanna) per un classico della cucina italiana: I passatelli in brodo emiliani
    A presto!
    Un abbraccio

    Cuochina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie e buona domenica a Voi ed a tutte le cuochine!!!

      Elimina
  2. Ma che buoni anche con il pomodoro e pasta d'acciughe, alla prossima!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che per il ripieno ci si affida alla fantasia!!!

      Elimina
  3. mi piace da morire l'aggiunta della pasta di acciughe e del pomodorini, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che le varianti sono infinite!!!

      Elimina
  4. Sììì quanto i piacciono queste sfizioserie!!!!

    RispondiElimina
  5. Gnam che buoni devono essere col ripieno di pomodorini ed acciughe!!! Grazie per aver condiviso la mia ricetta, mi spiace tu non ci sia riuscita al primo tentativo, questo onore di solito tocca a me con le ricette a base di farina :D
    La cottura al forno è stata sperimentata con successo dalla tua omonima del blog Cioccolato Amaro, da provare.
    Bravissima!

    RispondiElimina
  6. Che sublime visione..le potrei mangiare anche come dessert :-P

    RispondiElimina
  7. Che buoni, guarda io li mangerei anche adesso per merenda tanto mi attirano. Come tutte le tue ideuzze d'altronde . Un abbraccio cara e buon lunedì

    RispondiElimina
  8. ciao Paola,
    belli, belli e con ripieno delizioso!!
    Sei stata brava ...anzi super brava
    anche perchè non ti sei fermata al
    primo tentativo!!
    Un bacio dalle 4 apine

    RispondiElimina