08/05/16

Passatelli in brodo per quanti modi di fare e rifare


Siamo già a Maggio, tempo di un nuovo appuntamento con la cucina di Quanti modi di fare e rifare che questa volta ci porta da Susanna, padrona di casa del blog Afrodita's Kitchen . Ci propone una ricatta tipica della sua terra cioè i passatelli in brodo. Una ricetta anche in questo caso che rimanda all'infanzia, alla tradizione della propria casa ed al ricordo delle donne che hanno tramandato ricetta ed atrezzi per realizzarla.


Io l'ho adattata agli ingredienti di casa. Non avendo pane raffermo ho usato il carasau che è secco, ed il parmigiano l'ho sostituito con due tipi di pecorino. Il risultato è stato soddisfacente, anche se certamente lontano dall'originale. Dal punto di vista estetico però non proprio aprezzabile. Devo dire che ho fatto molta fatica a fare i passatelli con lo schiaccia patate, tanto da dover chiedere aiuto all'uomo di casa. Il brodo invece l'ho fatto come d'abitudine, anche nel mio caso tradizione di casa, con pollo e manzo. Inoltre ho ridotto le quantità.

Per i passatelli:
200 g di Parmigiano Reggiano stagionato 36 mesi 50 grammi di pecorino stagionato
50 grammi di formaggio stagionato di latte di pecora e capra
200 100 g di pane raffermo di due o tre giorni senza crosta carasau
4 1 uova preferibilmente da allevamento all'aperto
noce moscata q.b.

Per il brodo di Cappone manzo e pollo:
metà Cappone possibilmente ruspante già eviscerato e fiammeggiato
1 fuso di pollo
1 pezzo di costa di manzo per brodo
3 1 carote
2 1 coste di sedano
1 1/2 cipolla
4 grani di pepe nero
4 chiodi di garofano
1 cucchiaio scarso di concentrato di pomodoro
sale marino integrale
2,5 1 litri di acqua
 
 
Istruzioni
Preparare il brodo mettendo in una pentola capiente il cappone la carne, le carote e il sedano mondati e lavati, la cipolla pelata, i chiodi di garofano e i grani di pepe, versare sopra l'acqua fredda ed accendere il fuoco. Raggiunto il bollore abbassare il fuoco al minimo e proseguire la cottura per almeno 2 ore, schiumando il brodo quando necessario
A cottura ultimata prelevare il cappone la carne e le verdure, filtrare il brodo in un colino ricoperto con garze sterili, regolare di sale e tenere da parte
Grattugiare molto finemente sia il Parmigiano Reggiano formaggio che il pane raffermo carasau e passarli al setaccio, versarli in una ciotola e mescolarli
In una terrina sbattere le uova l'uovo con la forchetta e aggiungere una generosa grattata di noce moscata
Versare le uova l'uovo sul pangrattato e sul parmigiano e mescolare inizialmente con una forchetta, poi impastare brevemente con le mani, per compattare il composto, se dovesse risultare troppo umido aggiungere un pò di pane. Coprire con un canovaccio e lasciar riposare per un'ora.
Prelevare delle porzioni di impasto e schiacciarle con l'apposito attrezzo o in alternativa in uno schiaccia patate a fori larghi, facendo cadere i passatelli su un vassoio ricoperto di carta da forno, cercando di distribuirli in modo uniforme e di non ammassarli per non farli attaccare tra di loro (in alternativa è possibile schiacciare i passatelli direttamente nel brodo in leggera ebollizione)
Cuocere i passatelli nel brodo in leggera ebollizione (evitare di far bollire il brodo troppo forte, altrimenti i passatelli si romperanno) per due minuti, quindi spegnere il fuoco e lasciar riposare per 5 minuti con il coperchio. Servire in tavola, spolverizzando a piacere con altro Parmigiano Reggiano grattugiato.
 
Con questa ricetta partecipo all'appuntamento di Maggio di Quanti modi di fare e rifare nella cucina di Susanna del blog Afrodita's Kitchen.


 

27 commenti:

  1. Ben ritrovata carissima Paola!
    Oggi siamo nella generosa terra emiliana, ricca di prodotti gastronomici eccellenti e ricette fantastiche come questi Passatelli in brodo emiliani! Una preparazione semplice ma che racchiude in se, il sapore di casa, di tradizione, di amore per la buona cucina, il tutto gustato con piacere in ottima compagnia! Cuochina, Anna e Ornella, ti ringraziano di cuore per aver condiviso questa tua golosissima versione e ti aspettano da Silvia per fare un salto in Sicilia il prossimo 12 giugno per realizzare tutti insieme: Pane e pannelle!
    Non mancare , ti aspettiamo!!

    Un abbraccio
    Cuochina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vedo l'ora che arrivi il prossimo appuntamento!!!

      Elimina
  2. Con questi torno bambina... quanto mi piacciono, bravissima!!!!

    RispondiElimina
  3. Ottima versione con brodo misto, e hai ragione anche qui ci siamo fatti i “muscoli” per passare i passatelli nello schiaccia patate, alla prossima!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara...sarà utile per la prova costume!!??

      Elimina
  4. che bel piattino,io non ci sono questa volta,complimenti e felice domenica

    RispondiElimina
  5. Mia nonna me li preparava dopo che avevo partorito, per farmi venire il latte ,diceva lei. Quanti ricordi, grazie per questa ricetta. Bacioni Fabiola

    RispondiElimina
  6. Questo piatto sembra proprio una coccola :-) Sai che non lli ho mai assaggiati??? Mi conviene rimediare :-P
    Buona domenica cara <3

    RispondiElimina
  7. Ciao Paola,
    una versione davvero originale, non ho mai pensato di usare il pane carasau per i passatelli...ma proverò ;-)
    Grazie di cuore per aver cucinato insieme a noi!

    RispondiElimina
  8. Ciao Paola,
    una versione davvero originale, non ho mai pensato di usare il pane carasau per i passatelli...ma proverò ;-)
    Grazie di cuore per aver cucinato insieme a noi!

    RispondiElimina
  9. Veramente una versione come dice l'amica qui sopra originale da provare buona domenica.

    RispondiElimina
  10. sono sicura che anche con le tue variazioni sono favolosi, questo piatto fa davvero faville quando viene portato in tavola! un bacione!

    RispondiElimina
  11. Ci credi che non li ho mai assaggiati ?!!!! Però in molti mi hanno detto che sono squisiti e, a giudicare dall'aspetto, non stento a crederci. buon lunedì cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una di quelle ricette che vale pa pena provare!!

      Elimina
  12. E' veramente una ricetta che val la pena di provare... per poi fare e rifare nei tanti modi suggeriti da tutte le blogger che hanno aderito :)
    Non so perché sia stato così difficile passarli... forse l'impasto era troppo asciutto? ho notato che hai dimezzato gli ingredienti ma hai usato un solo uovo anziché 4, sarà quello il problema? Forse un uovo in più avrebbe reso meno difficoltoso il passaggio nei fori :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si probabilmente hai ragione...dovrei forse studiarla meglio!!!

      Elimina
  13. ciao Paola,
    grande!!
    L'utilizzo del pane carasau è davvero particolare. Sai che negli ultimi tempi lo abbiamo utilizzato, con grande soddisfazione, per le lasagne e provare a fare i passatelli ci intriga moltissimo.
    Bravissima e un bacio dalle 4 apine

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti si presta a molte interpretazioni!!!

      Elimina
  14. Anch'io avevo pensato di usare il pecorino, il pane carasau mi incuriosisce molto, proverò di sicuro, bacione

    RispondiElimina